Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Smart city: dove sono le politiche urbane in Italia?

Esiste oggi una politica per le città in Italia o almeno un punto di osservazione nazionale capace di orientare, finanziare, promuovere lo sviluppo urbanistico, edilizio, architettonico, energetico, tecnologico, logistico, della mobilità, nel senso di una maggiore ecosostenibilità? Una politica urbana nazionale non esiste in Italia dai tempi del ministero delle Aree urbane, nato e morto negli anni '90 con l'unico successo di aver lanciato il programma della legge 211 sulle metropolitane. Ci sono molte iniziative settoriali, soprattutto in campo energetico e trasportistico: una buona rassegna si terrà al I Italian Smart City Forum, che si terrà il 21 ottobre a Roma. Manca un coordinamento.


Il I Italian Smart City Forum è un'iniziativa organizzata da Business International cui parteciperanno, tra gli altri, il direttore generale del ministero dell'ambiente, Corrado Clini, i sindaci Renzi (Firenze), Emiliano (Bari) e Vincenzi (Genova), aziende elettriche come Enel, Edison e le pubbliche di Federutility, l'archistar bolognese Mario Cucinella, che con il Sieeb e il Ningbo, due edifici a ridotto impatto energetico realizzati in Cina e pluripremiate nel mondo, è ormai un'autorità in materia di tecnologie per le energie sostenibili. Che cosa sta facendo l'Italia non solo per rispettare le direttive Ue in materia di Co2, ma anche per partecipare alla grande gara internazionale per l'acquisizione di fondi (come quelli Ue o Bei), capitale umano e talenti, attività economiche cui partecipano – è una stima Bei – fra le 1.200 e le 2.000 città nel mondo?

 

  • professional dissertation |

    There are many sectoral initiatives, especially in the field of energy and transport, which can make our future more pleasant and useful not only for us but also for the entire environmental situation.

  Post Precedente
Post Successivo