Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Renzo Piano, “fare bene” anche nel “fare largo” ai giovani. Fare concorsi

Renzo Piano tiene una lezione tra il marketing a largo spettro e il politicamente corretto da Fazio-Saviano per spiegare cosa significhi "fare bene". Come non essere d'accordo con lui sulle cose dette? Certo, venire dopo il volto bello di don Giacomo Panizza forse non gli ha giovato, a lui che vola alto con il linguaggio da archistar. Però non c'è dubbio che ci ha messo anche un po' della susa saggezza da artigiano di alto livello. Soprattutto l'ultima parte: "fare largo" ai giovani. Lasciamo stare quel che accade nel suo studio. Per fare largo ai giovani ci vuole una legge che imponga i concorsi di architettura alle amministrazioni pubbliche e riservi uno spazio agli under 40. Non è grazie a questo che Renzo Piano ha vinto nel 1978 il concorso per il Beaubourg a Parigi?


Allora, per favore, usciamo dalle raccomandazioni generiche. Smettiamola con le chiacchiere buoniste che lasciano tutto com'è e diamoci una scrollata. Facciamo, appunto. E per fare bene basta copiare quel che accade in Francia e Germania.

  • paola pierotti |

    “Fare largo ai giovani” è un’idea che non può che trovare consenso da parte di tutti. “Fare concorsi” è altrettanto scontato (purtroppo solo in linea teoria).
    Renzo Piano (come Massimiliano Fuksas) fanno la loro parte con il proprio lavoro. Nei loro studi sono passati decine di giovani che hanno aperto studi professionali tra quelli di maggior successo (da Mario Cucinella a Obr a Metrogramma): nei loro uffici hanno capitalizzato un’esperienza e un’ambizione che all’università è ormai difficile trovare.
    E poi, se all’estero qualcuno ancora si ricorda dell’architettura italiana di qualità, costruita, è grazie a loro, che dal Giappone alla Cina costruiscono aeroporti e grattacieli.
    In Italia anche loro faticano (con le dovute proporzioni), quanti anni e quanti intoppi per costruire l’auditorium di Piano e quanti per far salire la Nuvola di Fuksas..
    A Londra ad esempio Piano sta costruendo in un paio d’anni il grattacielo più alto del paese, e a Roma il comitato tecnico del Beni Culturali ha chiesto la scorsa settimana di vincolare le torri dell’Eur che devono lasciar posto ad un nuovo complesso residenziale firmato dal suo studio.
    Il problema è anche “Fare”

  • rossana |

    “Andare via o restare? I giovani devono partire, devono andare via per curiosità non per disperazione”
    L’ha detto anche Renzo Piano

  Post Precedente
Post Successivo